Oltre ad essere una funzionale superficie su cui poggiare le cose, mangiare o fare le più svariate attività, il tavolo è prima di tutto un vero e proprio pezzo di arredamento che deve essere attentamente selezionato e scelto per poter essere inserito all’interno della nostra casa, in modo che si amalgami bene all’interno dell’ambiente. In una sala da pranzo il tavolo è davvero il protagonista della sala e per questo motivo deve essere necessariamente il pezzo più bello dell’ arredamento. In commercio esistono moltissimi tavoli di design che sono caratterizzati da pezzi unici e dalla bellezza rara che potrebbero inserirsi al meglio all’interno dell’arredamento, se ben selezionati e scelti. Ovviamente ogni tavolo da design deve essere sapientemente abbinato ad ogni stile d’arredamento, per questo motivo in questa breve guida cercheremo di fornire le informazioni necessarie sui più popolari tavoli di design e a quali stili sono maggiormente adatti.</p>

I tavoli in legno

Il tavolo in legno è un classico intramontabile che sta davvero bene in ogni ambiente e per questo non ci dilungheremo troppo su questa tipologia. Il tavolo in legno, specie se il legno utilizzato è un bel legno massello, sarà sempre diverso l’uno dall’altro perchè varierà il colore, la forma e le venature stesse. Ovviamente esistono anche dei tavoli di design in legno caratterizzati dalle forme più stravaganti, spesso molto naturalistiche e ispirate alla naturale forma del tronco d’albero da cui il tavolo è stato ricavato. Anche la scelta del colore è molto importante, se noce, castagno, rovere e così via che dovrà, è necessario selezionarlo con molta attenzione in base ai colori che abbiamo in casa e al gusto personale. Gli stili con cui si può abbinare bene un tavolo in legno sono uno stile classico, rustico o Shabby chic.

I tavoli in vetro

Un elemento sicuramente molto più elegante rispetto a tutti i tavoli che ci sono in commercio, poiché la trasparenza, la brillantezza e la lucentezza del vetro faranno risplendere sulla superficie del tavolo tutto l’ambiente che sta intorno, specie le luci, creando un vero e proprio gioco di specchi e riflessi. Anche in questo caso esistono diverse tipologie di tavolo in vetro che possono variare in base alla forma, al colore del vetro, ma anche alla superficie stessa che può essere satinata, opaca, lucida o anche ruvida. La scelta della superficie è molto importante anche perché dovrà essere fatta in funzione alla manutenzione del tavolo stesso. Una superficie di un tavolo in vetro ruvida è senz’altro da preferire se ad esempio il tavolo dovrà essere collocato all’aperto, mentre una superficie lucida sarà senza dubbio più adeguata ad un tavolino all’ingresso portaoggetti, mentre ancora una superficie opaca o satinata sarà l’ideale per un tavolo da pranzo. I tavoli in vetro possono, infatti, essere utilizzati ovunque e possono conferire all’ambiente un tocco di eleganza. Gli stili con cui si abbina meglio un tavolo in vetro sono uno stile moderno, stile classico o imperiale-barocco.</p>

I tavoli in pietra

Sono probabilmente quelli meno popolari tra tutti, ma sono senza dubbio una vera e propria opera d’arte che si presentano come delle vere e proprie superfici rocciose naturali che madre natura ci ha messo a disposizione per poter svolgere le nostre attività. I tavoli in pietra sono piuttosto pesanti, massicci, ingombranti e hanno solitamente una forma irregolare. Tuttavia esistono anche dei tavoli in pietra di design che possono essere adeguatamente rifiniti in una forma perfettamente rotonda, rettangolare, quadrata e così via. La cosa più interessante dei tavoli di design in pietra e che nessuno sarà mai uguale a un altro, poiché i colori, le venature le sfumature di ogni pietra impiegata non potrà mai essere coincidente ad un’altra. Probabilmente la pietra maggiormente utilizzata è il marmo o il granito, ma esistono moltissime altre pietre impiegate per le superfici che potrebbero essere per colori, texture e consistenza il materiale più adatto all’arredamento della vostra casa. Ovviamente un tavolo in pietra può essere più o meno grezzo e può avere dei colori più o meno scuri, dunque esistono varie tipologie che possono adattarsi veramente a molteplici stili e possono essere utilizzati sia all’esterno che all’interno. In genere, però, gli stili con cui maggiormente si sposano i tavoli in pietra sono lo stile moderno, quello industriale e quello rustico.

I tavoli in metallo

Si tratta di elementi piuttosto minimalisti caratterizzati dalle linee semplici, dalla forma precisa e dal colore netto. I tavoli in metallo sono infatti realizzati con un unico materiale, spesso lucido che è appunto la caratteristica più interessante in questo tipo di tavolo. Infatti, la superficie del metallo crea un effetto piacevole a contatto con la luce. Ovviamente anche in questo caso possono variare di molto i colori, in base al metallo impiegato un tavolo con una superficie in acciaio non sarà assolutamente uguale ad un tavolo con una superficie in lamina bronzea o ancora una superficie dorata non sarà mai identica di un metallo molto scuro quasi nero. I tavoli in metallo sono, dunque, pezzi di arredamento unici che possono essere utilizzati in diversi ambienti, ma che è fortemente sconsigliato da utilizzare all’aperto anche perché verrebbe meno il loro alto potere estetico a causa della ruggine, se non preventivamente e appositamente trattati. Una possibile scelta però per un tavolo in metallo da mettere all’esterno è quello di utilizzare un metallo opaco dalla superficie perforata, magari abbinato a delle altre poltrone o sedie. Sicuramente gli stili che meglio si adattano ai tavoli in metallo sono lo stile industriale, lo stile moderno o ancora quello imperiale-barocco.

I tavoli in resina

Una delle ultime frontiere in fatto di arredamento è quello di utilizzare in casa la resina, un materiale che può riprodurre le venature dei principali materiali in natura oppure creare delle sfumature di colore particolari in ogni ambiente. La resina viene, infatti, utilizzata anche per il pavimento, ma una delle ultime novità è proprio quella di utilizzare la resina come superficie per i tavoli. Questo permette ai clienti di scegliere esattamente le sfumature che vogliono riprodurre, poiché andranno a scegliere diverse tipologie di resina che poi verranno mescolate insieme. La scelta di colori e la tipologia è decisamente molto varia e va dalla resina metallizzata a quella brillantinata, dalla resina opaca a quella lucida. Le soluzioni e le combinazioni sono veramente molto varie. Inoltre, è poi possibile creare un tavolo interamente in resina oppure scegliere un supporto che poi verrà riempito di resina e che pertanto farà intravedere solamente alcune porzioni della superficie del tavolo con questo particolare materiale. Un esempio in quest’ultimo caso, è quello di scegliere ad esempio un pezzo di legno caratterizzato da molteplici vuoti e riempirli con della resina colorata. In questo modo la superficie del tavolo sarà caratterizzata dall’insieme dell’elemento naturale ligneo con quello colorato della resina. Un tavolo di design in resina è senza dubbio un modo per rendere unico un pezzo di arredamento e rendere protagonista il proprio tavolo all’interno della stanza. Gli stili di arredamento con cui si abbina meglio un tavolo in resina sono lo stile classico, se vengono utilizzati dei colori neutri, lo stile moderno, lo stile rustico o anche lo Shabby Chic, se si utilizzano le tonalità pastello.

Dove acquistare i migliori tavoli di design

Trovare i tavoli di design non è affatto difficile, poiché esistono molteplici negozi fisici o e-commerce online che offrono questi tipi di oggetti a prezzi anche competitivi. Ovviamente, dato che si tratta di oggetti molto particolari, è bene affidarsi a marchi noti o a siti dalla comprovata affidabilità. Inoltre, è possibile farsi realizzare appositamente un tavolo da design con delle direttive molto precise, ma in questo caso dovrà ricorrere a degli artigiani specializzati che sappiano assicurare efficienza, sicurezza e affidabilità. Ad ogni modo, ovunque i tavoli di design vengano acquistati, sono davvero un buon modo per poter rendere protagonisti questi importanti elementi di arredo, donandogli una veste nuova che pochi hanno mai visto prima.