Decorare le pareti di casa è una cosa fondamentale per completare al meglio l’arredo dell’ambiente, conferendo la giusta atmosfera. Esistono molteplici modi per poter decorare le pareti, come utilizzare degli orologi, degli specchi o delle decorazioni in 3D, ma senza dubbio il modo più efficace e il più popolare è quello di utilizzare dei quadri. Ovviamente in base allo stile che abbiamo in casa, in base al nostro gusto personale in fatto di arte e in base agli spazi che abbiamo a disposizione, dovremmo selezionare la giusta tipologia di quadro da impiegare nell’ambiente, in modo da creare una scelta consona all’intero contesto di riferimento. Ogni stanza della nostra casa deve essere decorata con dei quadri appositi, che possano essere coerente all’ambiente in cui vengono collocati e che non vadano ad appesantirlo troppo. Vediamo insieme quali sono i quadri ideali per ogni stanza e quali sono gli accorgimenti da tenere a mente per la scelta del giusto design.

Ingresso

La zona dell’ingresso è il punto di arrivo di ogni casa ed è pertanto un vero e proprio biglietto da visita che il padrone mostra al proprio ospite, per questo motivo qui più di ogni altro si deve sfoggiare un quadro o più quadri che rappresentino l’essenza della nostra abitazione o che mostrino da subito lo stile che abbiamo scelto. Ovviamente la zona dell’ingresso è per ragioni di spazio piuttosto minimalista e contiene di solito un semplice portaombrelli, un appendiabiti, un mobiletto e uno specchio. Dunque, anche per decorare le pareti bisogna sottostare a questa linea, utilizzando magari un solo quadro di modesta dimensione oppure più quadri piccolini combinati insieme. Sarebbe meglio non utilizzare quadri dal design troppo impegnativo in questa parte della casa, ma scegliere piuttosto qualcosa di abbastanza semplice, magari utilizzando una cornice semplice e lineare che sia idonea allo stile del resto della casa. Ad esempio, se abbiamo uno stile rustico basta scegliere una cornice in legno, se invece abbiamo uno stile industriale è meglio prediligere una cornice in metallo, o ancora se abbiamo uno stile Shabby Chic è meglio utilizzare una cornice color pastello, quasi invecchiata. Infatti, la cornice è molto importante per indicare la linea stilistica che si sta seguendo, ma ovviamente anche il soggetto del quadro dovrà essere confacente a tutto il resto.

Zona living

A differenza della zona precedente, qui invece possiamo sbizzarrirci e scegliere un quadro molto più grande, magari da posizionare sopra il divano. Le scelte dei quadri per questa zona sono molto ampie e dipendono sempre da diversi fattori. Un consiglio da non sottovalutare è il fatto che la cornice spesso può dare una aspetto un po’ vintage, per cui se il vostro stile è uno stile moderno o industriale a volte sarebbe meglio non utilizzarla, ma lasciare libera la tela. Questo consiglio vale anche se l’ambiente in cui volete collocare il quadro è già piuttosto carico di altri elementi decorativi e pertanto la cornice elaborata andrebbe soltanto ad appesantire tutto l’ambiente e ciò non gioverebbe all’armonia e all’atmosfera della stanza. Cercate poi di scegliere bene il soggetto, se infatti non avete in mente una determinata opera artistica a cui siete molto affezionati o che vi piace particolarmente per il suo valore intrinseco, cercate di adattare il soggetto al resto dello stile della casa. Dunque se ad esempio lo stile che preferite è lo shabby chic una bella bicicletta vintage con un paesaggio campagnolo sullo sfondo potrebbe essere una scelta più azzeccata rispetto a un quadro che ritrae una macchina sportiva. Il segreto per scegliere il design giusto è di immaginare il quadro già appeso alla vostra parete e capire che effetto potrebbe darne poi nell’insieme, regolandovi poi di conseguenza.

Bagno

Questa è probabilmente la zona che meno di frequente viene impiegata per essere decorata con dei quadri alla parete, tuttavia i quadri in bagno stanno diventando sempre più usuali e sono anche un buon metodo per decorare le pareti di questa stanza, come per tutti gli altri ambienti. Naturalmente, è chiaro in questo caso sarebbe meglio non esagerare con la dimensione e con il soggetto ritratto, prediligendo magari piccoli quadretti con cornici semplici, o anche senza cornici, che ritraggono dei soggetti poco impegnativi. L’ideale sarebbe cercare di far coincidere i colori e il tema con quello che potrebbe rivelare l’atmosfera dell’ambiente. Ad esempio, se il colore che maggiormente si evince dal vostro bagno è il verde, non starebbe male in un angolino un quadro che ritrae una bella foresta e che richiama in questo modo i colori già impiegati nel bagno, completando così l’arredamento.

Cucina

In zone della casa come quelle della cucina, i quadri potrebbero non essere solamente degli oggetti decorativi ma potrebbero anche avere una precisa funzione, come in questo caso quella di dare l’idea della tranquillità domestica. Infatti, la cucina è davvero l’anima della casa in cui più di ogni altra stanza si può respirare l’atmosfera familiare, poiché grazie ad essa che la famiglia si riunisce per consumare i pasti. I quadri da scegliere per la cucina potrebbero dunque essere correlati a questo concetto, magari scegliendo un quadro che ritrae un bel cesto di frutta o addirittura un dipinto di un grande e importante artista, come la celebre natura morta di Caravaggio o i girasoli di Van Gogh per citarne due dei più noti. Non è nemmeno da escludere l’uso di vostre foto personali o della famiglia che incorniciate non solo hanno la funzione di arredare quell’angolo della casa, ma hanno chiaramente un valore affettivo. Le possibilità sono veramente infinite e dipendono sempre dal vostro gusto personale, dallo stile che volete raffigurare e dalla vostra idea di arte.</p>

Camera da letto

Il posto ideale in cui esporre un quadro in camera da letto è senza dubbio la parete dietro il letto matrimoniale. Dimenticate, però, i soliti e vecchi capezzali della nonna e aprite la mente a nuove possibilità più moderne e contemporanee. Infatti, in commercio esistono moltissime soluzioni e moltissime idee che possono contribuire ad arredare e decorare questo spazio importante della casa, come ad esempio un grande pannello ondulato che riproduce il colore, la forma e le venature del legno o un arazzo dalla fantasia orientale oppure ancora uno stesso soggetto diviso per più pannelli che vengono affiancati l’uno all’altro realizzando un unico quadro continuo. Le possibilità sono davvero infinite, ma quello che è importante ricordare però è che la camera da letto è un ambiente votato al relax e al riposo, quindi bisogna sempre stare attenti a non scegliere dei soggetti troppo vivaci o vistosi che potrebbero contrastare con l’atmosfera della stanza in questione. I colori che potrete scegliere sono molto vari, ma potreste optare anche per un quadro monocromatico, in bianco e nero o addirittura interamente realizzato in lamina metallica che giocherà con le sfumature di luce e di ombra, apparendo diverso ad ogni momento della giornata.

Altri spazi della casa

Infine, si potrebbero utilizzare dei quadri per decorare anche molti altri ambienti della casa che esulano da quelli principali, come ad esempio il corridoio, lo studio se ne avete uno in casa o ancora la sala tv oppure la sala giochi per bambini. In tutti questi ambienti valgono le regole sopra descritte, ma potreste creare anche dei quadri personalizzati, utilizzando delle vostre foto familiari e facendole stampare su tela o su altro supporto. un’idea molto carina che si può adattare a qualsiasi tipo di stile che avete in casa è quella di trasferire una propria foto familiare su un grande supporto in legno che faccia così intravedere al di sotto dell’immagine vera e propria anche le venature tipiche della natura. Negli studi o negli ambienti di lavoro, sarebbe anche opportuno utilizzare quadri seri e professionali, magari incorniciando i titoli di studio e i certificati del professionista in questione.