Un salone senza lampadari adeguati non sarebbe confortevole, funzionale e accogliente.

Scegliere lampadari classici è un buon modo per non doversi pentire, trattandosi di elementi in grado di resistere ai cambiamenti repentini delle mode e che su rivelano sempre molto eleganti.

In commercio esistono diverse tipologie di lampadari dallo stile classico che differiscono fra loro non solo per via dei materiali ma anche per il fattore prezzo.

 

Quali modelli di lampadari classici si possono acquistare?

 

Il design raffinato e curato nei minimi dettagli è una caratteristica dei lampadari classici.

In genere vengono maggiormente richiesti nella variante a sospensione, ma sono altresì apprezzati quelli che presentano una luce centrale importante e ulteriori punti per direzionare l’illuminazione in ogni angolo del salone.

Particolarmente interessanti si dimostrano i lampadari classici con bilanciere, che si sviluppano con forme sinuose e sofisticate, tali da aggiungere molto carattere all’ambiente.

I modelli di lampadari classici includono anche quelli ornamentali a bracci, i quali hanno un numero di lampadine variabile e che, come tutti gli altri modelli, sono compatibili con le moderne luci a risparmio energetico.

 

Materiali dei lampadari classici

 

Il vetro è protagonista dei lampadari classici, in quanto viene spesso utilizzato per la realizzazione dei copri lampada, dell’intera struttura o in abbinamento con altri materiali come seta e tessuti di qualità.

Non mancano, inoltre, lampadari classici realizzati in ferro.

Si tratta di modelli molto versatili e facili da abbinare, anche perché disponibili nelle finiture più disparate, che spaziano dall’ottone, al brunito e fino ad arrivare a quelli color avorio o ruggine.

Talvolta, specie nei per i lampadari più importanti, è possibile notare la presenza di cristalli trasparenti, ideali per ricreare un salone molto esclusivo e per riflettere la luce in modo affascinante.

 

Come acquistare i lampadari classici

 

Forme e ampiezze devono essere abbinate alla grandezza della stanza, nonché all’intensità di luce che si desidera ottenere.

Considerando che per illuminare un salone di 30 metri quadrati occorrono circa 50 watt, bisogna considerare l’eventualità di inserire più di un lampadario e applique coordinate.

Inoltre, diversamente da quelli che si potrebbe pensare, un lampadario classico non deve essere necessariamente inserito all’interno di un salone arredato e rifinito secondo lo stesso stile.

Tante volte il lampadario classico può trovare ingresso in living moderni, quale elemento di piacevole contrasto.

Non è un caso che questa sia stata una scelta molto seguita dai migliori interior designer.

 

Quanto costa comprare un lampadario classico per il salone?

 

Esistono lampadari classici, specifici per salone, per tutte le tasche su cristalensi.it.

Molto dipende dalla grandezza e soprattutto dai materiali utilizzati.

Quelli eccessivamente economici, che simulano cristalli di pregio o fatti in vetro e ferro, partono da circa 40,00 euro.

Solitamente si presentano a sospensione, completi di attacchi e con un solo punto luce centrale.

I lampadari con bracci, da 2 o più lampadine, partono da 90,00 euro e possono anche arrivare 400,00.

Infine, coloro che cercano lampadari particolarmente impegnativi, come quelli in vetro con lavorazioni artigianali, fatti con veri cristalli a goccia o triedi, sono reperibili a partire da 400,00 in su.