Dopo il difficile periodo di lockdown drastico durato circa tre mesi ci sembra surreale poter parlare di cene e inviti a casa.

Ora che la situazione sembra essere migliorata e con la fase 2 e la fase 3 ci si avvia verso una graduale ripresa di ogni tipo di attività vediamo come possiamo tornare ad accogliere i nostri ospiti per un pranzo o una cena, tenendo presente da un lato le norme di sicurezza che vanno ancora rispettate durante l’emergenza sanitaria e dall’altro le norme di galateo di una normale convivialità.

Un nuovo modo di stare a tavola

La pandemia tra le varie novità ha stravolto anche le abitudini alimentari apportando delle importanti modifiche a tavola.

Prima di tutto il divieto di organizzare buffet: essi sono severamente proibiti in tutte le strutture come pizzerie, ristoranti e sale per feste e altamente sconsigliati anche in casa.

Evitare quindi piatti al centro della tavola nei quali devono attingere tutti, sia con le mani che con le posate, e servire le portate già impiattate, incluso il pane.

Sono sconsigliati anche gli stuzzichini in formato finger food in quanto l’idea di mangiare con le mani non è molto gradevole in questo particolare periodo.

Un’idea carina e utile potrebbe essere quella di utilizzare bicchieri e tovaglioli dai colori diversi per evitare che qualcuno possa scambiarli con il proprio vicino.

Le nuove regole del galateo

Qualche piccola regola del galateo ci suggerisce come comportarci al meglio con i nostri ospiti anche durante la pandemia, modellando le proprie norme sulla base dell’emergenza sanitaria:

  • innanzitutto il padrone di casa, dopo aver accolto il suo ospite, deve rassicurare l’ospite che il numero di invitati non sia molto alto e deve presentarlo agli altri già presenti in casa;
  • a tavola organizzare con cura i posti a sedere in base al numero di ospiti e alle dimensioni del tavolo, tenendo presente che bisognerà rispettare la norma di un metro di distanza. Il suggerimento principale è quello di stabilire a priori i posti, tenendo i coniugi ravvicinati e seguendo un ordine a scacchiera in modo da alternare le sedie. In alternativa basta sistemare le sedie più lontane tra loro anche se questa opzione necessita di una tavola più lunga;
  • non dimenticare di indossare sempre la mascherina, regola che vale sia per il padrone di casa che per gli ospiti. L’ospite non deve togliere da solo la mascherina: sarà il padrone di casa ad invitare a farlo;
  • il padrone di casa deve avere accortezza nel liberare rapidamente l’ingresso per evitare che nuovi arrivati debbano aspettare fuori –cosa molto scortese- o che si possano creare piccoli assembramenti;
  • è buona regola che il padrone di casa metta a disposizione degli ospiti del disinfettante non appena essi faranno ingresso in casa.

Ovviamente si consiglia di limitare il numero di partecipanti a una cerchia ristretta, meglio ancora se le persone si conoscono tra loro e hanno fatto un test sierologico.