La forfora è un disagio estetico che si manifesta sul cuoio capelluto, in quanto si manifesta con una desquamazione bianca che ricopre tutto il capo.

Cause della forfora

La forfora non è altro che l’aumento del ricambio cellulare della cute, la quale, morendo e distaccandosi, fa staccare gli strati epidermici superficiali sotto forma di scaglie, che possono cadere e generare in questo modo uno spiacevole effetto neve.

Questo fenomeno, oltre a dare un senso di sporco, può causare prurito di varia intensità.

Colpisce solitamente i soggetti con età superiore ai 35-40 anni.

Per quanto riguarda le cause della forfora, possono essere:

  • spazzolamento dei capelli troppo brusco;
  • sovra-crescita del fungo Malassezia furfur, spesso asintomatica. Questo microrganismo si nutre infatti di sebo e lo idrolizza emettendo degli acidi grassi irritanti, nonché responsabili del ricambio cellulare accelerato;
  • disfunzioni ormonali;
  • presenza di dermatiti o psoriasi;
  • sensibilità ad alcuni farmaci;
  • alimentazione sbagliata;
  • sistema immunitario debole;
  • stress;
  • lavaggi eccessivamente frequenti, in quanto stressano ed irritano il cuoio capelluto.
  • lavaggi troppo scarsi che facilitano l’accumulo di sebo e la formazione del fungo Malassezia furfur

Inoltre è importante sottolineare che la forfora si divide in:

  • Forfora secca: viene appunto causata dalla pelle secca ed è spesso accompagnata da prurito;
  • Forfora grassa: è causata dalla dermatite seborroica.

Forfora rimedi

I rimedi per contrastare la forfora sono molteplici, ma prima di tutto bisogna capire la causa, diversamente il problema non verrebbe risolto, anzi potrebbe acuirsi ulteriormente.

Sarebbe bene evitare dunque i rimedi fai da te, ma andare da un dermatologo , il quale individuerà la causa e prescriverà la cura più adatta.

Nei casi più comuni possono essere prescritti delle apposite lozioni per capelli, ma non abusarne con le quantità, poiché spesso la forfora è appunto causata dall’eccessiva quantità di shampoo applicato sui capelli.

La cute è esattamente come la pelle del viso: assorbe solo la quantità di crema necessaria, l’altra la “butta fuori” creando un antiestetico effetto lucido e grasso.

Un semplice rimedio da adottare quanto prima è quello invece di evitare di toccare i capelli in continuazione per evitare spiacevoli cadute di forfora sui vestiti, specialmente se in colore scuro.

Bisogna inoltre prestare molta attenzione ai prodotti anti caduta, in quanto spesso risolvono il problema della calvizia da un lato, ma dall’altro causano dermatiti e forfora.

Utilizzare dei cosmetici di origine naturale, poiché i petrolati e altre sostanze artificiali hanno spesso azioni molto irritanti sul cuoio capelluto e creano una sottile pellicola che non fa respirare la cute. Inutile dire che sarebbe bene non ricorrere nemmeno a decolorazioni o tinture.

Si può contribuire all’eliminazione della forfora anche a tavola; evitare il più possibile i cibi ricchi di grassi come i formaggi stagionati, la panna, i piatti pronti, le fritture e gli insaccati, preferendo invece verdura e frutta di stagione, cereali integrali, miele, zucchero integrale di canna e semi germogliati, i quali aiutano a curare questo inestetismo.

E’ inoltre bene limitare il consumo di caffè, bevande alcoliche e the nero.

Assicurarsi di assumere un’adeguata quantità di ferro.