Sempre più spesso i giovani d’oggi sono sempre più attratti dal mondo del design ma come in tutti i lavori per poter raggiungere a pieno il proprio obiettivo la strada da percorrere non si dimostra affatto semplice e spesso è piena di innumerevoli ostacoli che possono sembrare all’inizio impossibili da superare, ma nella vita per qualsiasi scelta di decide di intraprendere di certo non bisogna mai perdersi di coraggio e credere in pieno nelle proprie capacità intellettive. 

Prima di poter entrare nel cuore dell’argomento è essenziale fare una distinzione tra il design industriale e la comunicazione visiva.

Per quanto riguarda il design industriale riguarda principalmente la progettazione dei prodotti industriali.

La comunicazione visiva invece riguarda invece della comunicazione e di come un prodotto viene mostrato a tutti gli acquirenti quindi per quanto riguarda il design del mondo della moda che riguarda gli accessori o anche i gioielli, per quanto riguarda gli interni ha un collegamento diretto con il mondo dell’architettura, infine ritroviamo il design degli esterni o anche dell’ambiente che si occupa della progettazione degli spazi aperti. 

Per chi decide di intraprendere questa strada, come citato in precedenza non sarà così facile ma sarà tortuosa al fine di definirsi designer. 

Le scuole più prestigiose di Design

Tra le scuole più conosciute di Design in Italia è in sede a Milano fu lanciata nel 1993 ed oggi vanta un gran numero di liberi professionisti provenienti da tutti i paesi d’Italia. 

Le conoscenze sono in differenti settori come l’architettura, l’arte e perfeziona alcune tecniche. 

Le scuole di design oggi sono attive principalmente in due sedi tra cui Milano e Como, inoltre i corsi da seguire si dividono in tre differenti rami: Design della Comunicazione, Design del Prodotto industriale, Design degli interni ed infine in Design della moda, con successiva specializzazione nel settore. 

Sempre a Milano c’è la scuola di Design che fu fondata nel 1954 e nel corso del tempo ha formato differenti e noti professionisti nel settore. 

Non a caso vanta un numero di persone che sono diventati col passar del tempo dei noti designer e anche docenti universitari di prestigio: Gio Ponti e Bruno Munari. 

Questa scuola inoltre vanta anche un gran numero di riconoscimenti: mostra alla Biennale di Venezia, la mostra a Louvre e una medaglia d’oro della triennale di Milano. 

Infine, come tutte le università offre la possibilità di proseguire gli studi e poter scegliere di studiare la materia in modo ancor più approfondito dei master annuali in: Web Designer, Visual Design, Interior Design, Trasportation Design. 

Un’altra università che vanta per il numero elevato di iscritti annuali in facoltà è la scuola di Design a Torino. All’inizio i corsi sono stati effettuati nella facoltà di Architettura e con il tempo sono cresciuti sempre di più e formando un corso proprio specializzato in materia, formando così un vero e proprio Collegio di Design. 

Come in tutte le facoltà per chi decide di intraprendere un percorso universitario e decide di portarlo a termine di certo la scelta migliore è quella di specializzarsi e di non fermarsi solo alla triennale, anche se gli studi potranno risultare un pò pesanti. 

Anche Venezia oltre Torino e Milano offre agli studenti l’opportunità di potersi laureare in Design senza spostarsi dalla propria città. Le nuove matricole possono affidarsi alla facoltà di IUAV che è stata precedentemente l’Univeristà di Architettura in precedenza poi successivamente diventata nell’anno 2001 facoltà di Design che si suddivide a sua volta in due rami: Design della moda e delle arti multimediali, che si suddivide in due rami in Disegno Industriale e multimedia. 

Per quanto riguarda le specializzazioni sono differenti perché passano da due rami ben differenti ovvero il Design visivo e il mondo della moda per poi concludere con le scenografie da teatro. 

Infine, concludiamo l’articolo citando la scuola privata, non per minore importanza o per minor prestigio ma solo e semplicemente per fare una distinzione tra le due scuole pubbliche e private. 

L’IED nato nel lontano 1966 diffuso sia in molteplici città italiane come Roma, Milano, Firenze, Cagliari ma anche in Europa: Spagna e oltre oceano in Brasile. 

Per chi non preferisce le università pubbliche l’istituto IED è un’ottima alternativa ed offre un ottimo servizio per quanto riguarda tutto il percorso formativo fino al conseguimento della laurea. 

Per quanto riguarda i corsi c’è un’ampia scelta che varia sempre a seconda del ramo che si decide intraprendere che sia quello della Moda o del Design. 

Per tutte le nuove matricole la scelta dell’università è fondamentale perché si occupa della formazione professionale del proprio futuro e della vita lavorativa, quindi, prima di poter scegliere è bene tener presente i propri obiettivi senza aver l’influenza di un amico o di un parente che erroneamente vi potrà indirizzare nel ramo sbagliato e non adatto alle proprie capacità intellettive. É bene scegliere con cura, pensando solo ed esclusivamente alle proprie ambizioni.