L’uso dei materiali di design cambia in base alle richieste della popolazione che aumenta con il tempo e alle diverse tendenze.
L’umanità sta assistendo a un cambiamento costante e drastico nella produzione di arredamenti come nelle costruzioni.
Nella situazione attuale, architetti e designer hanno un dovere significativo: selezionare i materiali ideali in base alla natura del progetto. Il materiale dovrebbe essere rispettoso dell’ambientesostenibile e soddisfare le esigenze estetiche del progetto, se necessario.

I materiali convenzionali utilizzati, difficilmente soddisfano queste esigenze e quindi, l’uso di materiali alternativi è la priorità degli architetti.
Questi materiali sono personalizzati per soddisfare i criteri di cui sopra, ma sono anche ecologicieconomici, hanno una migliore efficienza funzionaledurevoli e sostenibili. Inoltre, richiedono poca manutenzione e garantiscono una produzione minima di rifiuti. Possono essere riutilizzati o riciclati riducendo al minimo i danni ecologici; sono facili da produrre perciò richiedono meno energia.

L’arredamento di design del 2020 punta sempre più a dare alla casa un aspetto confortevole e ispirato alla natura. Questo perché nelle tendenze moderne, regnano materiali come il legno e tanta vegetazione. L’obiettivo è arredare creando ambienti estremamente accoglienti utilizzando tessuti e dettagli ispirati alla natura
Di solito, i mobili sostenibili sono in bambù e sughero, e i toni della terra potrebbero non adattarsi ai gusti di tutti, in questo articolo parleremo di cartone e legno che offrono sicuramente delle alternativa di alto livello.

Design di mobili sostenibile: riciclabile e riciclato

Oltre all’efficienza energetica, se vuoi dare alla tua casa un tocco eco, opta per questo tipo di arredamento che, anche se non sembra, utilizza materiali di recupero.
La coscienza ecologica ha preso piede e stiamo prestando sempre più attenzione al mondo che ci circonda. Questa preoccupazione per l’ambiente si esprime nelle nostre case, scegliendo abitazioni più efficienti dal punto di vista energetico o un’architettura che riutilizza materiali di scarto. Ma per quanto riguarda l’interno?

Mobili riciclati e riciclabili

Il pioniere di questo tipo di design è il grande Philippe Starck. Nel 2012, il designer francese ha realizzato il suo sogno con la sedia Broom. Realizzata in materiale riciclato, è anche riciclabile al 100%: i suoi componenti e gli scarti che genera durante la produzione possono essere separati in legno e plastica per poter essere riutilizzati.

Mobili in cartone: sorprendentemente resistenti e inaspettatamente eleganti

Hai già un mobile in cartone a casa? In caso contrario, potrebbe non passare molto tempo prima che tu lo faccia. Più resistenti di quanto si possa pensare, possiamo già trovare sul mercato letti, tavoli, sedie e divani in cartone. Data la loro funzionalità e il fatto che, nella maggior parte dei casi, sono pieghevoli, li rende un’ottima opzione per i mobili ausiliari quando si hanno ospiti. Stranamente, anche la carta può essere utilizzata per creare un mobile solido!
Il cartone è un materiale durevole e rispettoso dell’ambiente costituito da carta e pasta di legno. Molte persone ora scelgono di utilizzare il cartone pesante come supporto per i mobili a causa della sua versatilità e compatibilità ambientale. I mobili realizzati in cartone possono essere su misura e assumere praticamente qualsiasi forma immaginabile. È un materiale a basso costo, poiché può essere trovato quasi ovunque e spesso gratuitamente. Le persone interessate ad avere una casa sostenibile dovrebbero considerare i mobili in cartone come alternativa al metallo o al legno.
Il cartone ondulato è molto resistente. Una volta scelti lo spessore e la qualità corretti, e soprattutto quando è piegato nel modo appropriato, il suo rapporto resistenza/peso è pari ai materiali tradizionali. Inoltre, grazie alla moderna tecnologia, puoi avere arredi in cartone contemporanei e personalizzati in qualsiasi colore o design grafico.

Il trend del legno: la bellezza dei mobili in legno naturale

Le tendenze del legno sono una costante nell’arredamento di interni.
Dopo anni di legni verniciati, cerati e lucidi, il legno naturale è tornato davvero nel mood board del mondo del design.
Le finiture in legno naturale sono state in voga nel passato. Il problema delle tendenze è questo: vanno e vengono; questo è successo anche con l’arredamento in legno. Adesso è tornato di moda, ma con una prospettiva leggermente diversa rispetto a prima; si tratta di evoluzione e di vederlo sotto una nuova luce.

In conclusione possiamo dire che sono finiti i giorni in cui l’arredamento ecologico era una cosa da ‘hippy’. Man mano che siamo diventati tutti più consapevoli del nostro pianeta, del ciclo di vita di un prodotto e del nostro ruolo tra i due, il mondo del design ha inevitabilmente sperimentato uno spostamento verso una produzione sostenibile. Da una maggiore trasparenza della catena di approvvigionamento all’uso di parti riciclate e materiali naturali, si potrebbe dire che siamo nel mezzo di un eco-rinascimento.