Molto spesso si tende a prestare molta cura alla pavimentazione degli interni e un po’ meno ai pavimenti esterni, come quelli della veranda. Ma una casa, per essere davvero elegante e avere un suo stile, deve essere curata in ogni suo dettaglio, inclusi gli esterni. E poi una pavimentazione poco curata o realizzata non in sintonia con il giardino, conferisce un aspetto disordinato che connota male il complesso in generale. Una delle ultime tendenze in fatto di pavimenti esterni, è l’unione di due materiali differenti, coniugati con sapienza e un tocco d’arte. Un’idea, per esempio, è quella di realizzare una pavimentazione esterna con pannelli di legno composito.

Pavimenti esterni, il giusto equilibrio tra praticità ed estetica

Quando ci si appresta a realizzare la pavimentazione esterna di un’abitazione, solitamente si tende a far prevalere la necessità di praticità che non quella estetica. Soprattutto se si abita in campagna si cerca una soluzione che sia accettabile dal punto di vista architettonico, ma che soprattutto possa avere una facile manutenzione, nonché una pulizia rapida e pratica. Insomma, si va verso la strada dell’essenzialità, e purtroppo, sovente, della banalizzazione.

Ormai è facile trovare diversi pavimenti per esterni realizzati direttamente in cemento o con piastrelle a basso costo. Ovviamente di contro ci sono anche coloro i quali tengono a un certo aspetto e quindi scelgono prodotti di marca, costosi, ma che comunque rimangono appannaggio di pochi. Un altro problema da considerare è che se si vuole conferire un’estetica elegante e allo stesso tempo pratica, si deve appunto mettere in preventivo un certo budget, ma senza la sicurezza che la pavimentazione possa durare per diverso tempo, molte piastrelle sono sì belle, ma anche molto delicate.

Pavimentazione in legno composito, la tecnologia dalla tua parte

pavimentazioneNegli ultimi anni però grazie ai nuovi ritrovati tecnologici, è possibile coniugare estetica con praticità, convenienza e durata nel tempo, Infatti, c’è un prodotto che fa la differenza, il legno composito, bello e caldo come il legno, ma resistente ed ecologico. Le applicazioni in legno, infatti, sono quanto di più resistente ed esteticamente interessante ci sia sul mercato, ma vediamo di capire di cosa si tratta.

Le applicazioni in legno sono dei pannelli composti per il 60% di fibre di legno e per il restante 40% da polimeri a basso impatto ambientale. La struttura di questi pannelli è del tutto simile a quella del legno, grazie alle fibre, ma è resistente alle intemperie e agli agenti atmosferici in genere grazie alle sue componenti sintetiche, basti pensare che per circa una decina d’anni non occorre alcuna manutenzione.

Insomma, per una pavimentazione che sia bella da vedere, ma resistente e durevole, questa ci sembra una possibilità da prendere in considerazione.