COS’E’ IL TEODOLITE

Il teodolite è uno strumento utilizzato in topografia per la misurazione degli angoli azimutali, su di un piano orizzontale, e degli angoli zenitali, su di un piano verticale.

Si tratta di uno strumento davvero molto antico, è apparso nel XVI secolo e si è diffuso in seguito all’invenzione del cannocchiale astronomico.

strumento misurazioni

LA STRUTTURA DEL TEOLODITE

Il teodolite è composto innanzitutto da una base costituita da una livella e da viti che vengono utilizzate per regolare la verticalità dello strumento; da un’alidada che è lo strumento atto alla misurazione degli angoli che può ruotare rispetto al basamento intorno ad un asse primario ed è inoltre munita di un cannocchiale; da due cerchi graduati uno verticale e l’altro orizzontale.

IL FUNZIONAMENTO DEL TEOLODITE

Prima di effettuare qualsiasi tipo di misurazione è necessario accertarsi che la bolla della livella sia centrata, cioè che sia perfettamente parallela alla retta d’appoggio. Questo particolare, che può sembrare banale, è alla base di una corretta misurazione, in caso contrario la misurazione topografica risulterà scorretta.

Gli angoli azimutali vengono registrati tramite il cerchio posto in orizzontale, quelli zenitali vengono rilevati tramite il cerchio posto in verticale.

Come è possibile definire, dunque, la correttezza della misurazione degli angoli? Si applica la regola di Bessel: si esegue la prima lettura con il cerchio verticale posto a sinistra ed una seconda lettura con il cerchio verticale nella posizione destra, in questo modo è possibile ottenere due letture coniugate. A questo punto, per ottenere una misurazione corretta, è opportuno calcolare il valore medio delle letture coniugate.

Questo strumento può, in particolari condizioni ambientali o per sbagli dell’operatore, causare delle imprecisioni.
Sostanzialmente tutto dipende dalla corretta rettifica dello strumento.

Si parla di un lavoro estremamente preciso, è infatti sufficiente, ad esempio, uno scorretto posizionamento dei cerchi per avere una lettura sbagliata. Ecco perchè è necessario che l’asse principale sia perfettamente verticale e, con la stessa precisione, l’asse di rotazione del cannocchiale deve trovarsi in posizione orizzontale, ecc.

Ormai i teodoliti sono stati quasi del tutto sostituiti dalle nuove tecnologie come la stazione totale che altro non è che un teodolite con un distanziometro accoppiato.

LA RIPARAZIONE DEL TEODOLITE GRAZIE A SENZAPRISMA

Nel corso del tempo la struttura del teodolite è stata sempre più rimodernata con nuove tecnologie. Esso infatti è costituito da componenti elettroniche, meccaniche ed ottiche che hanno necessità di essere controllate periodicamente.

Come abbiamo già accennato si tratta di uno strumento molto delicato ed anche dei cambiamenti di temperatura o delle semplici vibrazioni causate dal trasporto di questo strumento possono causare la variazione di parametri che influiranno negativamente sulla misurazione che si andrà a fare.

Senzaprisma esegue la taratura e ripara ogni modello e ogni marca di questo strumento.