Il fascino italiano piace talmente tanto che è apprezzato in ogni angolo del pianeta. Gli italiani sono bravi a creare ogni tipo di cosa in ogni forma e in ogni stile tanto da essere amati ovunque ed è per questo che all’estero sono molto gettonati in qualsiasi settore. Se prendiamo come esempio l’arredamento, l’impronta italiana è palese in ogni mobile per tutti gli stili che si associano e ce ne sono alcuni che restano sempre intramontabili e si abbinano perfettamente ad ogni ambiente, regalando armonia ed eleganza anche a case piccole e semplici. All’ultimo Salone del mobile 2018 si sono visti molti designer italiani proporre nuove tendenze abbinate a vecchi ed eterni stili e molte case produttrici continuano imperterrite ad aumentare le loro vendite perché il made in Italy conquista e conquisterà sempre, accrescendo sempre di più i suoi estimatori. Ma vediamo quali sono gli stili italiani più apprezzati.

Lo stile della Bella Epoque

Si contraddistingue per i suoi decori sontuosi e le sue forme altrettanto eleganti ed elaborate in cui i suoi protagonisti sono le rifiniture in oro che vanno a simulare una stanza d’altri tempi e lo sfarzo che caratterizzò l’epoca in cui ebbe il suo maggior successo, cioè la Belle Epoque. Un arredamento che ha come protagonista il lusso e una sensazione di benessere inconfondibile. La scelta di questo stile permette anche di giocare con i colori e con i complementi d’arredo. Basterà semplicemente rispettare le proprie esigenze e non aumentare con gli eccessi. I mobili hanno le forme arrotondate e curvilinee, tutti fatti di ottimo legno di manifattura italiana e se si vuole si può aggiungere qualcosa di vetro e ferro battuto, magari anche lavorato con geometrie e decori che richiamano lo stile liberty, per dare quel tocco in più all’ambiente che si sta arredando. Stessa cosa vaie per i complementi d’arredo, e tra di loro c’è la famosissima lampada Tiffany fatta di tanti vetri colorati che si adatta benissimo a questo stile. Insomma, uno stile che renderà ogni stanza della casa un vero e proprio biglietto da visita.

Stile contemporaneo

Lo stile contemporaneo è sicuramente quello più scelto e più disegnato dai designer per le sue forme spigolose che non a niente a che fare con lo stile moderno. Lo stile contemporaneo si differenzia da quello moderno perché è sinonimo di incontro tra passato e presente, che si adatta alle nuove tecniche di lavorazione e ai nuovi materiali, ma che rimane sempre fedele alle tradizioni. Il legno rimane sempre il protagonista indiscusso, ma altri materiali sono stato accostati a questo stile proprio per renderlo sempre più unico e originale. Con lo stile contemporaneo si creano ambienti sempre ordinati e puliti che mirano alla praticità e alla funzionalità, infatti il minimal asettico è la scelta più caratteristica. I suoi colori sono molto chiari ma che spesso vanno a mischiarsi con qualche tocco di colore più forte,ed è proprio sui giochi di colore che si creano degli ambienti armonici. Molto richieste le superfici dei mobili e dei complementi laccate lucide o opache o addirittura serigrafate se si vuole personalizzare l’ambiente.

Stile rinascimentale

Lo stile rinascimentale è quello che ha caratterizzato le dimore dei grandi signori sin dal 1500. Uno stile un po’ particolare e molto elaborato fatto di tanto legno di noce, ma anche di quercia e di ebano e di colori scuri. All’epoca gli artigiani e gli intagliatori creavano delle vere e proprie opere d’arte fatti di intagli e di elementi decorativi ispirati alla mitologia e all’antichità. Una casa arredata con questo stile, sarà sicuramente carica di eleganza e personalità, che diffonderà in maniera sobria la storia di questi mobili antichi creati a mano da veri artigiani, che impiegavano parte del loro tempo per poter soddisfare le esigenze dei cortigiani. E in questo stile che furono create le prime sedie imbottite e le credenze tanto utili in casa. Ecco perché i mobili rinascimentali si differenziano anche come prezzo rispetto agli altri, in quanto viene ripagata la manualità perfetta di quei tempi.

Stile barocco o veneziano

Lo stile barocco è sicuramente quello più famoso e si avvicina molto a quello rinascimentale, si differenzia solo per i colori che in questo caso sono più forti e più accesi. Il materiale predominante è sempre il legno 

ma viene introdotto anche il marmo che abbinato al giusto mobilio regala un tocco di classe e di eleganza. Viene molto utilizzato in questi tempi moderni, per accostarlo ad arredamento moderno per far rivivere un atmosfera ambientale di prestigio e di raffinatezza.