IMPORTANZA DELL’ARREDO

Ogni appartamento viene realizzato e arredato, seguendo i gusti del proprietario o, ancor meglio, considerando la sistemazione interna, il senso estetico di chi deve abitarci, dato che questo potrebbe essere l’inquilino o quant’altro diverso dal possessore.

E’ certo che chi dovrà vivere in una determinata casa, cerca di organizzarla non solo in base al suo stile ma in relazione alle sue necessità, dato che la sua dimora deve rappresentare il luogo a lui sicuro, dove può rilassarsi, stare tranquillo, prendersi cura di se stesso e pianificare i suoi momenti liberi stando solo o, in compagnia di chi più desidera.

COS’E’ E COME PRATICARE L’INTERIOR DESIGN?

Ecco che, a tal proposito è importante che metta in pratica una vera e propria progettazione degli spazi e degl’accessori d’uso comune, all’interno della sua privata abitazione, considerando che la programmazione dei mobili e degli oggetti d’utilizzo ricorrente, vale a dire l’interior design o, l’architettura o il design degli interni, tutti devono attuarlo perfettamente nell’ambiente prettamente personale, in quello lavorativo, negli esercizi commerciali, nelle aree ricettive e così via.

E’ importante organizzare ogni spazio che si frequenta, in modo costante e continuativo, per poter fare quel che si deve nel miglior dei modi, tanto da stabilire una grande forma di benessere che con le opportune comodità, scelte e necessità ponderatamente ben valutate e soddisfatte, andrà a creare l’appagamento voluto.

A volte la programmazione dell’arredamento e di tutto quel che serve per completarlo si effettua senza chiedere alcun tipo d’aiuto e chi provvederà da solo dovrà sfruttare, secondo quel che esige, la sua fantasia, creatività e ciò che potrebbe osservare e valutare tramite le riviste che si occupano di arredamento.

CHI E’ IL DESIGNER?

Spesso, oggi giorno si è portati ad appoggiarsi a chi è professionalmente più preparato in questo settore.

Questo perchè, attualmente all’interior design si associa un progettista “il designer”che studia, disegna gli ambienti e tutto quel che pensa di introdurre per sistemarli e completarli perfettamente e, ad abbozzo completato in modo soddisfacente, infine mette in pratica il rappresentato, rispettando gli aspetti funzionali e pratici del vivere gli spazi da dover organizzare.

Questo professionista:

  • valuta che i vari pezzi di arredamento abbiano un corretto dimensionamento;
  • sistema il tutto in modo funzionale per creare ambienti interessanti e rispettare gli spazi di passaggio;
  • cerca articoli di ottima qualità e tecnologia;
  • evita gli elementi che potrebbero danneggiare chi sfrutterà gli spazi da lui organizzati;
  • allestisce mettendo in pratica l’abbattimento delle barriere e un buon isolamento acustico e termico;
  • crea, tra le aree piene e l’uso di quelle vuote, un’eccellente armonia e bellezza tanto ricercata da tutti.

E’ un personaggio che, nell’ultimo decennio, ha conquistato una straordinaria rilevanza nelle costruzioni d’immobili sia pubblici che privati al punto di far originare un vero e proprio corso accademico in tante Università italiane, come nel Politecnico di Milano.

INTERIOR DESIGN ITALIANI PIU’ FAMOSI

Sono tanti i designer italiani famosi e in tale contenuto, in particolar modo, si valuteranno i talenti più interessanti del panorama contemporaneo.

Si può prestare attenzione al veneziano Luca Nichetto che iniziò il suo percorso professionale disegnando, per Salviati, elementi in vetro di Murano.

In seguito diffuse la sua preparazione e dote operando per marchi importanti di design internazionale e, attualmente si fa apprezzare notevolemente in italia. 

Il suo lavoro di Interior Design, contraddistinto dall’incessante ricerca della soluzione efficace, pulita ed intelligente, è tipicamente singolare.

Dalle sue indagini armoniose nascono spazi che, da lui organizzati in modo accogliente e luminoso, mettono in evidenza elementi eccellentemente espressivi ed essenziali.

Un nominatico certamente famoso, che non si deve assolutamente tralasciare, è dato dalla docente del Politecnico di Milano, Claudia Pellizzari, considerata da Archilovers, una delle più abili figure femminili dell’Architettura.

I suoi lavori, sempre in continua sperimentazione, sono caratterizzati da geniali accostamenti che, con grande eleganza, sensibilità e ininterrotta ricerca per materiali e texture, divengono davvero unici e spettacolari.

Un’altro designer italiano celebre è Luca Bombassei, figlio dell’imprenditore Bombassei, propretario della Brembo.

Questo talento, chiudendo il cammino imprenditoriale proposto dalla sua famiglia, iniziò a percorrere quello che aveva sempre sognato, vale a dire il percorso all’interno dell’Architettura.

E’ un professionista che, dalle sue idee chiare, mette in evidenza tratti specifici sempre presenti nei suoi lavori che prestano attenzione alla politica del risparmio intelligente dei costi e alla filosofia dell’ecosostenibilità. 

Crea ambienti naturali e sinceri, ideati in maniera espressiva, sorprendente ed autentica, grazie gli elementi d’arredo e i rispettivi materiali scelti da lui con estrema cura.

Una figura geniale è espressa da Fabio Novembre che, con la sua laurea ottenuta al Politecnico, mette in chiaro la sua splendente visione del mondo e della vita in generale che, a suo avviso, animata da forme anticonvenzionali, dedicata all’amore come fine e come mezzo e lontana dal minimalismo, è fatta di stile, colori e volumi.

I suoi progetti, che evidenziano il suo essere esplosivo ed emblematico, sono colmi di riflessioni e contaminazioni imprevedibili che originano mondi impareggiabili organizzati da elementi di design inconfondibili, ideati dallo stesso designer. 

Ai nominativi degl’illustri professionisti dell’architettura citati si può unire, per simile importanza e stima, quello di Ludovica e Roberto Palomba, associati dal 1994 a Milano.

Nei loro lavori sono presenti prodotti e scelte qualitativamente eccellenti e, da questi i soci realizzano continuamente ambienti che, cooperando con chi li vive, divengono di ampio respiro e liberi.

Queste famose figure collaborano con i più importanti marchi di design internazionale e plasmano elementi di arredamento, al fine di creare, all’interno del loro studio, grazie la loro ingegnosità, spazi davvero unici e grandemente intensi, ricchi del loro carattere rappresentativo. 

CONCLUSIONI

Per concludere è importante tener presente che l’espressione design si è introdotta in Italia recentemente, vale a dire dalla metà del ‘900, momento in cui tale termine, che sostituisce quello tradizionale di progettazione o architettura, è stato importato dalla lingua inglese.