Arredare un salotto richiede molta fantasia e organizzazione e gli stili da scegliere sono veramente tanti. Tra di loro, da un po’ di tempo si è imposto lo stile vintage, un arredamento con mobili e complementi anni 50 e 60 ed anche ormai 80 e 90 che arredano in maniera elegante e personale il proprio salotto, utilizzando mobili di recupero, alcuni dei quali molto particolari nei dettagli e nei materiali. Le idee non mancano perché anche in quegli anni si arredavano case meravigliose con mobili e complementi di gran stile.

Carta da parati: il must del vintage

Quegli anni erano caratterizzati dalla presenza soprattutto nei salotti, della carta da parati. Chilometri di carta hanno reso le case eleganti e importanti. Per cominciare, si potrebbe scegliere una carta da parati dai toni chiari per poter abbinare mobili con cromature diverse in modo da richiamare il perfetto stile vintage. Volendo si può scegliere di coprire solo una parete con fantasie geometriche o floreali abbinando un divano o delle poltroncine di pelle molto di moda in quegli anni, di tonalità chiare.

Fantasia e creatività per un giusto stile vintage

Tavolini e credenze in legno erano i protagonisti assoluti dei salotti di quel lungo periodo. Si trovano delle varie forme e di vari colori. Arredarli con i giusti complementi d’arredo, magari qualche piantina grassa posizionata in barattoli di latta o portafoto di materiale lucido laccato, creeranno un atmosfera che rievochi molto i bei ricordi di quei tempi. L’importante è saper abbinare bene le forme, i colori e i materiali. Se poi si riesce a trovare una vecchia radio o un vecchio televisore, posizionarli sui tavolini sarà l’abbinamento perfetto per entrare nella perfetta atmosfera del vintage. Scovando nei mercatini si possono trovare dei vecchi vinili che appesi alle pareti o alla carta da parati saranno in perfetto stile retro’.

Divano vintage dalla forma arrotondata e allungata

Per poter realizzare un salotto stile vintage bisogna tener conto dello spazio che si ha a disposizione per posizionare un perfetto divano appartenuto a quegli anni. All’epoca erano molto di moda i divani dalle forme allungate, arrotondate e morbide che donavano quella sensazione di seduta perfetta e rilassante. Abbinare i giusti cuscini sarà importante per valorizzarli ancora di più. Scegliere delle stoffe dalle fantasie geometriche che non si distanzino molto dalla carta da parati, sarà la strategia giusta per renderlo ancora più personale. Al divano si possono abbinare delle poltroncine in pelle o tessuto che con i loro piedini sottili, tipici di quegli anni daranno quel tocco di personalità a tutta la stanza.

Grande lampadario o piantana in metallo

La luce è fondamentale per arredare il salotto in questo stile. I grandi lampadari posizionati al centro della stanza a forma di palla con luce chiara rimangono delle vere e proprie icone di quel periodo. Scegliere la giusta tonalità di colore sarà la prerogativa per rendere il salotto più accogliente. Se non si vuole mettere il lampadario, si può optare per una piantana in metallo, posizionata dietro il divano che darà alla stanza un notevole impatto visivo.

I giusti complementi d’arredo

Per completare del tutto il salotto in stile vintage non deve mancare il tavolino basso con gambe in legno naturale adatto per essere posizionato davanti al divano o al lato, ottimo per poggiare riviste o libri. Il colore può essere scelto in base alla carta da parati da abbinare. Per risaltare ancora di più l’eleganza di questo tavolino, lo si può posizionare su un tappeto. Tipici tappeti stile vintage sono quelli fatti di pelliccia sintetica morbida che rendevano la stanza molto di classe e di buon gusto. Per completare l’ambiente non bisogna tralasciare le finestre che vanno decorate con tende di tessuto spesso con motivi geometrici di vari colori. Aggiungendo dei complementi d’arrredo che si possono trovare nei negozi specializzati o mercatini come grosse tele dipinte da appoggiare al pavimento o sulla credenza, il salotto vintage sarà pronto a regalare un sogno che finalmente diventa realtà.